Ted Officine | saltiamo sulla città………
112
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-112,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge - kingstheme.com,bridge-kingstheme-com,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

saltiamo sulla città………

Image00001

Ylenia

Founder di Tedofficine, filantropa, creativa ed appassionata alle mille sfaccettature ed espressioni della natura umana.
Circa un anno fa, appena finiti gli studi in: “Sociologia e ricerca sociale” ha scritto il progetto Tedofficine, per partecipare al bando Pin, Pugliesi innovativi, alla ricerca di uno spazio dove praticare skateboard, ma anche animata dalla volontà di continuare una tradizione tarantina, di giovani che erano soliti riunirsi nelle cosiddette Jamm, feste legate all’urban culture.
Ragazza irrequieta, non accetta il clima di sfiducia nel futuro ed assuefazione alla situazione di svantaggio della sua città, Taranto, agli ultimi posti nelle classifiche per qualità di vita. Decide di viaggiare, prima soggiornando a Lisbona, successivamente in Irlanda, per aprirsi al mondo, a diverse culture e diversi modi di vivere. All’estero è affascinata dall’arte urbana e dagli incredibili spazi verdi, popolati di giovani. Partecipa al Web Summit, dove conosce giovani imprenditori, creativi ed entusiasti e si immedesima nelle loro storie, sognando di realizzare il proprio sogno nella città nativa.
Dopo circa un anno, ritorna nella sua città, perché secondo lei: “il medico deve stare dove c’è il malato” e si butta a capofitto nella meravigliosa avventura associativa, con la speranza di poter agire, riflettere, sbagliare, crescere e trarre i frutti da questa esperienza, perché l’Europa ha avuto fiducia in lei, e lei intende seguire ed anche superare il potenziale di sviluppo del progetto.

Terry

Terry

Teresa, la nostra copywriter, è una ragazza molto timida, e una grande amante dell’arte e della cultura.
Sin da piccola, si appassiona alla lettura, che le permette di sviluppare una mentalità aperta, e alle lingue straniere, che la portano ad apprezzare le numerose e diverse culture che caratterizzano il nostro mondo. Al momento, il suo più grande desiderio è poter imparare il giapponese. È inoltre una grande appassionata di temi sociali.
Quando Ylenia le parla del progetto TedOfficine, Teresa mostra subito un grande interesse, entusiasta dell’opportunità che si vuole offrire ai giovani della sua città. Spera che la curiosità e l’amore per l’arte in ogni sua forma spinga tutti i giovani, anche i più timidi come lei, ad entrare a far parte di un gruppo di persone creative con cui condividere sogni e idee.

tedofficine (12)

Lorenzo

Lorenzo nasce nel 1992 nella piccola città dei due mari, Taranto. Fin da piccolo sviluppa una forte passione per l’arte e lo sport in tutte le sue forme, in particolare per il cinema, la musica e la disciplina sportiva dello skateboard.

Comincia a praticare skateboard da autodidatta fin da piccolo, ottenendo grandi soddisfazioni. Per lui, Lo skateboard non è solo un semplice sport, ma un qualcosa che ha segnato il suo intero stile di vita.
Nella sua città, Lorenzo viene spesso frenato dalla mancanza di attrezzature idonee alla pratica dello skateboard, e dal pregiudizio nei confronti della disciplina: si tende infatti ad essere allontanati per paura che si possa rovinare l’architettura circostante, o per l’eccessivo rumore, ed è quindi costretto a utilizzare l’intera urbanistica con tutti i problemi relativi a essa.

Nel giugno 2017 incontra Ylenia, vincitrice del bando europeo P.I.N. per Pugliesi Innovativi , e viene a conoscenza del suo progetto culturale, nel quale era prevista la realizzazione di uno Skatepark. Si offre quindi di aiutarla utilizzando le sue conoscenze tecniche sull’argomento.
La sua speranza è che questo progetto possa contribuire alla crescente popolarità dello Skateboard, che è attualmente uno sport di importanza mondiale: è infatti formalmente registrato al Coni ed è stato inserito fra le discipline competitive dei giochi olimpici estivi, a partire da Tokyo 2020.

ItalyEnglish